Stampa cartelloni pubblicitari ad alto coefficiente wow. Scopri 6 modelli di cartelloni che ti lasceranno a bocca aperta.

seguici su   
it en
 

6 cartelloni pubblicitari ad alto effetto WOW!

La stampa di un cartellone pubblicitario è considerato un lavoro semplice e abbastanza facile da realizzare. È così se pensiamo ad un modello vecchio di fare marketing e comunicazione. Un modello che si basa su concetti come quantità, diffusione e copertura. Oggi, grazie a nuove tecniche di stampa e al grande potere amplificatorio delle reti sociali, lo scenario è cambiato. In realtà per avere successo può bastare anche un solo cartellone se realizzato con un alto coefficiente WOW.

 

Per anni il cartellone pubblicitario è stato la base di ogni campagna di comunicazione. In un mondo sempre più digitalizzato sembra aver perso però molto di quel potere che aveva una volta. Fatta eccezione per le sagre paesane, le compagnie telefoniche e i concessionari di auto, sono sempre meno i brand e le aziende che si affidano al buon vecchio 6x3.

In realtà il problema non sta tanto nel mezzo scelto ma nella qualità della creatività che viene stampata.

Abbiamo raccolto 6 esempi di cartelloni pubblicitari dall'altissimo coefficiente WOW. Con questo tipo di affissione e comunicazione non servirà avere una copertura vasta e numerosa. Potrebbe bastare anche un solo cartellone.

I costi diminuiscono e i vantaggi aumentano.

 

Prendiamo per esempio questi due cartelli apparsi a Denver in Colorado. Brand: Kraken. M'immagino già il brief: "liberate il Kraken". E così hanno fatto. Nel vero senso della parola. È un esempio di connubio perfetto fra stampa tradizionale e materiale rigido per dare un effetto 3d davvero unico e spettacolare.

 

 Image and video hosting by TinyPic

 

Image and video hosting by TinyPic

 

 

Ecco 6 esempi di cartelloni pubblicitari davvero spettacolari che il web ha reso virali facendo arrivare il messaggio a milioni di persone.

 

1) Botta e risposta. Il cartellone che risponde ad un altro cartellone.

In questo caso i cartelloni devono essere almeno due. Ma non di più. Il costo resterà comunque contenuto. Il concetto è semplice: si prendono due cartelli vicini tra loro e li si fanno comunicare. Vedere per credere.

Nel primo caso abbiamo un torneo di Tennis, nel secondo niente meno che Thor il Dio del Tuono. Uno degli Avengers. Insomma un cartellone per veri supereroi.

 

Image and video hosting by TinyPic

 

Che dite non vi viene voglia di partecipare immediatamente? Batto? No, Batti lei!!! Abbiamo già pronta la versione italiana.

 

Image and video hosting by TinyPic

 

 Riuscirà Thor a raggiungere il suo martello? Noi crediamo proprio di sì.

 

2) Il cartellone pubblicitario interattivo.

Di cartelloni interattivi se ne vedono per fortuna sempre di più. Potete farvi un'idea su Youtube. Proprio perché ne basta uno in una grande città per avere comunque grazie ai social network una visibilità alivello mondiale.

Funzionano in particolare per temi difficili da comunicare e da rappresentare come l'health care o per le campagne di lotta alla violenza.

Qui siamo in Canada, precisamente in Quebec. Il cliente è l'Azienda ospedaliera del Quebce, l'obiettivo è quello di far crescere l'interesse nel seguire una carriera in ambito medico.

Titolo: Bring the billboard to life.

 

Image and video hosting by TinyPic

 

Appogiando le mani sul petto del paziente l'elettrocardiogramma in alto a destra prende vita. Bellissimo, commovente, semplice e geniale. Insomma effetto WOW a livelli altissimi.

C'è già scattata la voglia di cominciare il corso in chirurgia.

 

3) Il cartellone volante.

Ci sono trucchi di magia e cartelloni che possono sembrare (e in parte lo sono) magici. Sul mondo dei prodotti senza sugar è stato detto di tutto di più. Trovare nuove strategie è sempre più difficile. E quindi quale maniera migliore per descrivere la "leggerezza" di un prodotto se non facendolo letteralmente volare. Ecco che nasce il cartellone volante. Naturalmente perché senza zucchero.

 

Image and video hosting by TinyPic

 

 

Bellissimo vero? Ed efficace.

 

4) Il cartellone pubblicitario iperrealista.

A prima vista potrebbe trattarsi di una nuova corrente artistica. Beh a considerarla arte, benchè pubblicitaria, non si fa torto. Stiamo parlando del cartellone pubblicitario "iperrealista". Anche in questo caso sono diverse le tecniche che venogno unite per dare un effetto così reale del prodotto che non potrà certo passare inosservato e tanto meno dimentacato.

Obiettivo ampiamente raggiunto. Con cartelli così non serve averne 100. Ne basta uno piazzato in posizione strategica ed il risultato è garantito. Non solo in termini di ritorno pubblicitario ma anche e forse soprattutto in temini di awarness (prestigio) del brand.

Due esempi: nel primo caso è la Laredo Taco COmpany che vuole spingere il proprio Taco per la colazione. E che cosa distingue ogni Taco da ogni altro sandwich? La pellicola d'alluminio. Così anche da centinaia di metri di distanza capiamo subito di che cosa staimo parlando. Geniali.

Nel secondo caso vediamo un brand che con la comunicazione ci sa fare: Mini (Bmw). La macchina va veloce. Veloce come il vento. Così veloce da spostare le palme come farebbe un tornado in piena regola.

Siamo a Miami e qui di tornado e di velocità se ne intendono. Che dite arriva il messaggio? Forte e chiaro diremmo. Anzi forte e WOW.

 

Image and video hosting by TinyPic

 

Image and video hosting by TinyPic

 

5) Il cartellone luminoso (ma luminoso fatto bene).

La quinta categoria è di un tipo particolare: il cartellone pubblicitario luminoso. Di cartelli di questo tipo ne avrete visti a migliaia. Ma come questo di McDonalds siamo convinti che non avete visti così tanti.

O almeno non avete mai visto delle patatine fritte così luminose. Meritano di essere mangiate solo per l'originalità del messaggio. Che siate salutisti o meno. Onore ai vincitori in questo caso.

 

Image and video hosting by TinyPic

 

 

6) L'anti cartellone pubblicitario: ovvero effetto wow al contrario.

E poi c'è lui, il cartellone sbagliato. Puntuale come un orologio svizzero ad ogni elezione italiana torna. Sempre uguale a se stesso. Talmente improbabile, talmente brutto, talmente impensabile che esiste. Un paradosso ed un eccesso di bruttezza. Il lato sublime del trash. Ne scegliamo uno ma potevano essere 100. E forse un giorno pubblicheremo una classifica tutta dedicata a loro: i cartelloni peggiori della storia.

Veniamo al nostro. Per andare in stampa con questo serve sicuramente coraggio. Anzi come direbbe Giacinto Marra servono pxxxe. Lui le ha avute. Forse non ha avuto i voti che sperava però.

 

Image and video hosting by TinyPic

 

 

 

Iscriviti alla Newsletter

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità? Iscriviti adesso:

Accetto le condizioni generali di privacy Si No

Seguici su

Articoli in evidenza

I vantaggi di un cartellone pubblicitario ad alto effetto wow